Vi presenta: La Storia della Darsena Medicea di Portoferraio

Inseguendo miti e leggende e dando credito ad alcuni scrittori greci e latini, si può affermare che il golfo di Portoferraio sia stato frequentato dai più antichi popoli mediterranei: dagli etruschi, dai greci, dai liguri, dai romani, dai pisani, e perfino dai barbareschi.
Non a caso lo stemma della città di Portoferraio riproduce al centro la nave degli Argonauti di Giasone, che sarebbe qua approdato. Mala vera e propria storia del porto inizia con la fondazione di Cosmopoli, come all'ora si chiamava Portoferraio. Una lapide in lingua latina affissa sulla Porta a Mare ne celebra
l' avvenimento: "TEMPLA, MOENIA,DOMUS, ARCES, PORTUM COSMUS 
FLORENTINORUM DUX A FUNDAMENTIS EREXIT A.D. MDXXXXVIII ".
("I templi, le mura, le case, la rocca, il Porto, Cosimo, Duca di Firenze, eresse dalle fondamenta nell'anno 1548).

Una fortezza ritenuta inespugnabile, che stupì persino il Cardinale de Retz, al secolo Jean François de Gondi, nemico giurato del Mazzarino, che nella meta' del '600, dopo aver traversto il Mediterraneo, cosi' scriveva nelle sue memorie: " Non avete certo mai visto uno scenario così fastoso come quello di Portoferraio. Bisognerebbe essere uomo di guerra per descriverlo; io mi accontenterò di dirvi che la sua forza supera il suo splendore."
Questo giudizio venne successivamente confermato dal celebre ammiraglio inglese Orazio Nelson quando, il 20 Luglio 1796, potè annunziare al suo governo che: "...tutti gli uomini e i vascelli a lui affidati sono al sicuro a Portoferraio, che per la sua 
ampiezza è il porto più sicuro al mondo".
Il progetto iniziale delle fortezze fu opera dell'architetto Giovan Battista Bellucci, la sua esecuzione si deve invece all' architetto Giovan Battista Camerini. Diversi anni dopo fu l' architetto Bernardo Buontalenti a mettere mano ad alcuni importanti lavori per completare l'opera, apportando
dei miglioramenti per il funzionamento logistico e difensivo della piazzaforte. Un porto dunque ad alta sicurezza, tanto che venne classificato "porto rifugio". Proprio per questa ragione, nei giorni di vento impetuoso e di mare agitato, la Darsena e tutta la rada accolgono naviglio anche di notevole stazza, che vi getta l' ancora, in attesa di tempo
migliore.
Nel '600 il Cardinale de Retz ammirava stupito Portoferraio e il suo porto; ma ancora oggi lo scenario, offerto ai naviganti dalla Darsena Medicea è incantevole. Per chi arriva, la Torre del Martello è il primo baluardo sul mare, che presenta le imponenti fortificazioni dell' ampia insenatura retrostante a ferro di cavallo. Di fronte, al centro della Darsena,
c'è la Porta a Mare, ingresso al Centro Storico della Città. Tutto attorno un anello di case color pastello, che seguono il perimetro delle antiche mura.
Alle portedel nuovo Millennio, l'Approdo della Darsena Medicea è stato attrezzato con le specifiche necessarie ad un porto moderno: personale, acqua, energia elettrica, ormeggio semplificato e assistito, altri servizi per accogliere al meglio i suoi ospiti.
Attorno alla Darsena vive Portoferraio e il suo Centro Storico, che offre splendidi scorci e un'atmosfera allegra e vivace: bar, ristoranti caratteristici, negozi specializzati e boutiques,
il tradizionale mercato al coperto dove rifornire la cambusa. Da visitare in Città: la residenza napoleonica dei Mulini, il Museo Archeologico, la Pinacoteca Foresiana, la Chiesa della Misericordia, le Fortezze del Falcone e Stella. Tutto attorno l'Isola d'Elba con il suo mare e il Parco Nazionale dell' Arcipelago Toscano.

La Storia I Servizi Il Listino
COMUNE DI PORTOFERRAIO
Provincia di Livorno
"DARSENA MEDICEA"
Calata Mazzini - 57037 Portoferraio
Tel. 0565/914121 e 0565/944024
Fax. 0565/945355

back.gif (2753 bytes)